Cassoni romagnoli

Antipasti·Secondi piatti
Cassoni
Ricetta tipica romagnola

I cassoni romagnoli sono uno street food tipico dell’Emilia Romagna. In alcune zone della regione vengono anche chiamati Crescioni. Vengono preparati con lo stesso impasto della piadina, solo stesi più sottili, riempiti e richiusi prima di essere cotti. La ricetta è quella dei cassoni verdi, tipicamente riempiti di erbette e formaggio, che nel nostro caso potremo sostituire con tofu o cremosella. I cassoni rossi invece sono ripieni di pomodoro e mozzarella.

Ho conosciuto i cassoni grazie ad un’amica di origini romagnole. In occasione di una cena condivisa tra amici, aveva portato i cassoni preparati con olio ed erbette dalla sua mamma. Ho riprovato la ricetta il giorno di Pasquetta e devo dire che il risultato è stato sorprendentemente positivo.

 

INGREDIENTI

x 3 cassoni da 15 cm di diametro

250 gr di farina di tipo 2
40 gr di olio evo
100 ml circa di bevanda di soia o acqua tipieda
2,5 gr di sale
1 gr di bicarbonato

Ripieno

500 gr di spinaci
olio evo
100 gr di tofu
erbe aromatiche o salsa di soia per insaporire (facoltativo)
in alternativa utilizzate la cremosella

PROCEDIMENTO

In una ciotola unite la farina con sale e bicarbonato, aggiungete olio e la bevanda vegetale pian piano. Impastate 5 minuti fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico ma non appiccicoso. Coprite con pellicola per alimenti e fate riposare almeno 20 minuti.

Intanto occupatevi del ripieno e fate stufare per 10 minuti i vostro spinaci con un filo di olio. (Io difficilmente faccio bollire la verdura in acqua se non per pochissimi minuti). Una volta asciugata l’acqua di cottura, strizzateli e tagliuzzateli. Se utilizzate il tofu, sbriciolatelo in una padella e fatelo cuocere con un filo di olio insaporendolo con erbe aromatiche o poca salsa di soia.

Se invece utilizzate la cremosella, la ricetta la trovate qui. Potete anche prepararla in anticipo e tagliarla a fette come fosse un formaggio che fonde.

Prendete il vostro impasto e dividetelo in 3 o 4 parti, a seconda di quanto li volete grandi e quanto è grande il vostro testo. Se non avete il testo casalingo andrà benissimo una padella antiaderente larga. Create un pallina e iniziate ad allargarla con le mani, procedete con il matterello a creare una sfoglia sottile di circa 1 mm di spessore. Non serve infarinare il piano perché l’olio vi aiuta a far sì che la pasta non attacchi. Girate la vostra piadina per stenderla uniformemente sempre appoggiata sullo stesso lato. Non vi preoccupate se non vi verrà perfettamente tonda, la sistemeremo in fase di chiusura. Aggiungete il ripieno su una metà, ad almeno un centimetro dal bordo. Deve rimanere abbastanza sottile, non esagerate con il ripieno (v. foto). Adesso richiudete con l’altra metà e andate a sigillare i bordi con i rebbi di una forchetta, prima in un senso e poi nell’altro e ripetete dall’altro lato. Potete anche inumidire i bordi con acqua se volete. Una volta chiuse le andiamo a posizionare delicatamente sul testo caldo a metà fiamma. La teniamo 3 minuti da un lato, 3 dall’altro, cuocete pochi minuti anche il bordo cercando di tenerla in piedi con una spatola e infine girate ancora da entrambi i lati fino a quando i vostri cassoni non saranno dorati.

Servite ancora caldo. Potete anche conservare i vostri cassoni in frigo e riscaldarli al momento di consumarli. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ALTRE RICETTE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi