Vero Restaurant Varese

Locali·Vegetariano · Vegano
verorestaurantlogo
Il primo ristorante vegano nella guida Michelin

Il Vero restaurant dello chef Davide Maffioli è stato il primo ristorante vegano ad essere inserito nella guida Michelin. Dal campo alla tavola per un cibo sempre fresco ed etico, cucinato con amore. I piatti sono preparati con prodotti di origine vegetale, coltivati nel rispetto della persona, della natura e trasformati a partire dal fresco.

Una cucina naturale, sana e vegana, proprio come piace a me. Nel menù spiccano le parole chiave della salute: integrale, semintegrale, concetti che ancora faticano a farsi strada nella ristorazione. Le materie prime rispettano i miei standard: biologiche, fresche e selezionate da piccoli produttori italiani. In cucina lo chef Davide Maffioli prepara i suoi piatti con amore, portando la filosofia di una cucina etica, ispirata alla sua formazione macrobiotica e dal dottor Berrino e il nostro progetto Diana.

AGGIORNAMENTO 2020
Vero Restaurant ha chiuso, ma i progetti dello chef Davide Maffioli proseguono online con tanti corsi e ricette. Seguitelo sui suoi canali social: Canal Youtube, Sito dei corsi vegani

Intanto ti suggerisco di guardare le ricette  che ho provato e inserito nel blog. Bontà, consistenza e semplicità sono ciò che caratterizza le sue ricette.

Linguine no cacio e pepe

Burger di ceci

InfoRMAzioni utili

CITTA’: Varese
INDIRIZZO: Piazza Venti Settembre, 3/5, 21100 Varese VA
ORARIO: Lun-gio 19:30-23:30, ven-doma 12- 15
TELEFONO: +39 393 803 8248
EMAIL: info@vero.restaurant
SITO WEB: vero.restaurant

LA NOSTRA RECENSIONE

Qualche giorno fa la Guida Michelin ha inserito il primo ristorante vegano: il Vero Restaurant di Varese. Quale occasione migliore per unire una gita culturale ad una culinaria (le mie preferite), con tappa alla mostra di Villa Panza.

Per noi • un piatto di spaghetti alla Borbona con vino rosso, mantecati con crema di nocciole e pangrattato; • ravioli con ripieno di borlotti e pepe accompagnati da una crema di cavolo rosso; • pepite di ceci da intingere in una salsa simil ketchup.
Per finire in dolcezza, un multistrato di • pan di spagna con farina di castagne e • mousse al cioccolato con aquafaba. In questi dolci sono stati utilizzati zucchero di canna integrale e sciroppo di riso, ma la % è davvero bassa.
Tutto homemade, tutto buonissimo.

Hanno anche una ricercata selezione di vini e sidri, oltre a buonissimi thè (Kukicha e Bancha i mie preferiti) e infusi, perfetti per accompagnare la nostra cena.
Conto superonesto di 30 euro a testa. *
Peccato che non siano a Milano.

Per me è una gioia trovare un ristorante che condivide la mia stessa filosofia, che ogni giorno la porta avanti con maestria e gusto, per far ricredere anche i più scettici onnivori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ALTRI LOCALI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi