Hortus Cusano Milanino

Locali·Vegetariano · Vegano
Hortuslogo
Ristorante con filosofia vegetariana

Hortus è un ristorante vegetariano con varianti vegane e glutenfree gourmet. Si trova in provincia di Milano a Cusano Milanino. Dal 2015 Hortus è prima di tutto sostenibilità a 360 gradi. Infatti qui le verdure sono a chilometro zero perché provengono principalmente da una realtà locale contadina di Nova Milanese: Ortofficina Società Agricola che nasce dall’idea di tre giovani ragazzi e si è specializzata negli anni nella produzione di ortaggi, erbe officinali e apicoltura. Le altre materie prime sono stagionali e biologiche e provengono da marchi blasonati come Natura Sì Italia, Altromercato, mentre le farine macinate a pietra sono del Mulino Marino. Nel menù di Hortus si trovano presidi Slow Food Italia come i formaggi e altri ingredienti vegetali come il fagiolo rosso di Lucca o il Lonzino dolce.

L’ambiente è accogliente ed elegante al tempo stesso, il personale molto gentile e pronto a rispondere ad ogni esigente richiesta. L’arredamento e i materiali utilizzati da Hortus sono sostenibili, riciclabili e naturali. Anche in questo caso i fornitori vengono scelti tra chi lavora in modo etico e rispettoso della natura.

Il progetto di Cristiana, titolare di Hortus, è quello di creare uno spazio di grande valore sociale attraverso un percorso di inclusione e inserimento nel mondo del lavoro di ragazzi con disabilità.
Marco Mocalieri, marito di Cristiana in una intervista sostiene che “una proposta che sia naturale ed ecologica soprattutto per quello che riguarda le relazioni umane e interpersonali che nascono fra di noi e con i nostri clienti”.

La sala al piano inferiore del locale è adibita per eventi e meeting. Ecco un’altra delle scelte dei gestori che sottolineano la valenza sociale di Hortus.
Negli anni ci sono state iniziative di yoga, corsi di cucina tenuti dalla cuoca e amica Maura Bozzali, piccoli concerti e molto altro.

A tutto questo aggiungiamo poi che i piatti di Hortus sono adatti a tutte le esigenze, buoni, sani, impiattati magistralmente e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Il risultato è un locale unico nel suo genere e che consiglio assolutamente di provare!

Leggete sotto la recensione per sapere cosa ho mangiato nelle due occasioni in cui ho provato la loro cucina. Hortus lo trovate sulla mappa.

Adatto a onnivori, vegetariani, vegani, celiaci.

 

InfoRMAzioni utili

CITTA’: Cusano Milanino
INDIRIZZO: Viale Cooperazione, 5 20095 Cusano Milanino (MI)
ORARIO: Gio/Sab: 12:00-14:00 / 19:30-22:00 Chiusura cucina 22:00
TELEFONO: +39 02 92863905
EMAIL: info@hortusmilanino.it
SITO WEB: hortusmilanino.it

LA NOSTRA RECENSIONE

Aggiornamento del 26 febbraio 2022

Dopo anni di attesa ritorno da Hortus per aderire all’iniziativa di Slow Food Nord Milano “Una zuppa per la pace” che vede coinvolti diversi locali dei comuni del Nord Milano, come Cinisello Balsamo, Cusano Milanino e Cormano. Ordinando un borscht, la tipica zuppa ucraina di barbabietola, si può dare un piccolo aiuto all’Ucraina.

Nel menù di Hortus ci sono tantissimi piatti che vorrei provare, da quelli più tradizionali come la pasta e fagioli, ai più etnici come ramen e gyoza e poi un tripudio di verdure stagionali di ogni tipo. Accanto ad ogni piatto sul menù è riportata una piccola icona per indicare se si tratti di piatto vegano, per celiaci o presidio Slow Food.

Per inizare il pranzo ci viene servito un amuse bouche di cavolo viola e bianco marinato con umeboshi e gomasio. Ordino la zuppa di barbabietole, che si presenta di color viola e già dal primo cucchiaio assaporo la barbabietola cremosa e a pezzetti, mista a cipolle e patate. Andrea ordina i pizzoccheri classici, di cui sembra molto soddisfatto: il giusto equilibrio di sapori senza l’invadenza del formaggio.

Continuo la mia degustazione con gli straccetti di seitan ai funghi su un letto di polenta. Il seitan ha una consistenza unica e un gusto umami deciso, con un fondo bruno da far invidia ai migliori spezzatini, mentre la polenta è morbidissima, quasi un purè.

Sorprende e meraviglia l’utilizzo di erbe e spezie che accompagnano o creano un contrasto con il cibo: come il pepe rosa sui pizzoccheri, la camomilla sugli straccetti.

In foto potete vedere anche i Gyoza, e poi una cremosa pasta e fagioli, un piatto semplice della tradizione ma che qui da Hortus viene riproposto in una modalità raffinata e gourmet. E per finire ci deliziamo con un tortino vegano al cioccolato.
Da Hortus si mangia davvero bene e il conto ha un ottimo rapporto qualità/prezzo, parliamo di una spesa a testa di 35 euro circa.

Hortus è un ristorante che merita davvero il viaggio fuori città.

 

18 marzo 2018

Sabato sera libero? Rimaniamo vicino casa per provare un locale a Cusano Milanino.

Il menù è indubbiamente stagionale, troviamo piatti con zucca, crucifere, castagne, topinambur, funghi, tutto molto invitante. Potete trovare diverse opzioni degustazioni, da quella vegetariana, vegana e per due e potete consultare il menù comodamente online. Noi preferiamo il menù alla carta, per poter scegliere i nostri piatti seguendo i nostri gusti e specifici ingredienti.

Ordiniamo come antipasti una fantasia di avocado e zucca e degli involtini di verza e cavolo nero. Per i primi purtroppo non mi è possibile decidere tra tanti piatti, vista la presenza di latticini, ma mi incuriosisce il bis delle loro zuppe, d’inverno e vellutata di castagne e topinambur, che trovo davvero gustose. Per il mio compagno invece la scelta ricade sui ravioli al cacao ripieni di ricotta con cacio e pepe, un abbinamento tanto atipico quanto stuzzicante. In generale ottimi gli ingredienti, presentazione curata e quantità moderate. In menù sono presenti anche alcuni presidi Slow Food, di cui condividiamo la filosofia.

Dulcis in fundo gustiamo il dolce cioccolato e cioccolato, un connubio di cioccolato e caramello, che ricorda a tratti un grande ferrero rocher, solamente molto più buono e sano. E’ presente in menù anche una degustazione di tartufini senza zuccheri aggiunti e noi questo aspetto lo apprezziamo e lo condividiamo a gran voce con voi.

Hortus rispecchia la nuova filosofia ecosostenibile che noi ci auguriamo di trovare sempre di più in ogni ristorante: dalla scelta degli ingredienti, ai materiali riciclati e naturali all’assunzione all’interno del proprio organico di una persona disabile. Hortus non è solo ristorante. Al piano inferiore si trova una grande sala dove è possibile organizzare eventi e dove io stessa ho partecipato ad una lezione di yoga con la bravissima Francesca di Bottega Milletesori. Inoltre, potreste avere la fortuna di vedere la loro apecar in giro per la città e degustare i loro piatti di street food.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ALTRI LOCALI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi