• Home
  • Biga – Pizzeria contemporanea

Biga – Pizzeria contemporanea

Locali·Pizzeria
Biga Milano fashion pizza
La moda passa, la pizza resta

Biga – pizzeria contemporanea apre le porte in zona Moscova a Milano. E’ una pizzeria che propone una pizza a lievitazione lenta con biga al 100%, un procedimento più unico che raro, idratazione al 70% e farine Petra di tipo 0 e 1 ottenute da una macinazione a pietra/cilindri potenziata [link al sito per saperne di più].

La pizza è preparata dalle sapienti mani di Simone Nicolosi. Alcuni di voi avranno avuto modo di provare le sue pizze da da Mani in Pasta, brand creato da lui insieme ad alcuni soci. E chi segue il blog avrà già avuto modo di leggere la recensione di Pizza Bistrot, il locale che esisteva nel quartiere Isola e dove lo abbiamo incontrato per la prima volta [link]. La sua pizza fu per noi una grande scoperta. Pochi mesi dopo Simone sarebbe andato a lavorare da Cocciuto [link], nella prima sede di via Bergognone. Siamo tornati regolarmente a provare la sua pizza, secondo me tra le migliori di Milano.
Siamo corsi quindi da Biga per vedere il nuovo locale e scoprire l’offerta di Simone!

In città ci sono diverse pizzerie napoletane che propongono il cornicione a “canotto”, il livello raggiunto è decisamente alto e i pizzaioli si sfidano a colpi di impasto e lievitazione. Qui da Biga si arriva addirittura a 48 ore di lievitazione, le farine per l’impasto e gli ingredienti utilizzati sono di grande di qualità. Tutto è preparato con amore dalle mani di Simone, artista della pizza più che pizzaiolo, ogni pizza è ideata e sperimentata da lui.

Simone nutre inoltre un grande amore per la cucina vegana. In una delle sue storie di Instagram scrive queste parole: “Non potete capire quanto sia soddisfacente e ripagante creare ricette vegane. Dare un’identità a qualcosa che non contiene proteine e derivati di origine animale. Creare un gusto, un contrasto, sostanza e piacevolezza al palato. Mangiare del cibo sano, fresco e rispettoso esaltandolo al meglio. Regalare un’emozione..”

Per le pizze vegane utilizza ingredienti semplici, nonostante ci sia un gran lavoro di sperimentazione e preparazione dietro ognuna di esse. Tutto è ben calibrato, gli ingredienti sono preparati partendo dalla materia prima, cucinati con utilizzo di diverse cotture per esaltare i sapori. Una pizza gourmet che stupisce.

Se non vi ho ancora convinti a provare Biga leggete la recensione sotto della serata e delle pizze che abbiamo provato. Fate una scelta consapevole, andate a mangiare la pizza da Biga e non ve ne pentirete. Biga lo trovate anche sulla mia mappa [link]

InfoRMAzioni utili

QUARTIERE: Moscova, MI
INDIRIZZO: Via Alessandro Volta, 20, 20121 Milano
ORARIO: Lun-Dom 12–14:30/19:30–23.
TELEFONO: +39338 105 0917

SITO WEB: profilo Instagram

LA NOSTRA RECENSIONE

2 dicembre 2021

Stasera è la nostra prima volta da Biga. Per noi Biga non è una semplice pizzeria, perchè in cucina c’è Simone Nicolosi, un artista della pizza che conosciamo e seguiamo da anni. Simone ci ha sempre deliziato con pizze di altissimo livello, ed è a mio avviso uno dei migliori pizzaioli d’Italia.

L’ambiente di Biga è moderno e l’arredamento richiama il marmo. La grande parete “verde verticale” all’ingresso riporta la scritta “Milano fashion week pizza” ed è già una delle pareti più instagrammate di Milano. Il forno invece si trova in fondo al corridoio dietro ad una grande vetrata.

Attendiamo Simone per un saluto ma intanto diamo subito uno sguardo al menù. Troviamo antipasti tipici napoletani, pizze tradizionali rivisitate con un estro creativo, e pizze contemporanee che sono particolari creazioni di Simone. Ci sono anche insalate e dessert. Io ordino la nuova vegana, composta da una crema di patate fa da base a cavolo nero spadellato, babaganoush, datterini e chips di patate. La vegana una pizza in rotazione ogni mese insieme alla pizza special.

Simone delizia la nostra attesa con una degustazione della vegana in menù fino al giorno prima: crema di zucca, patate arrosto, crostoni di pane aromatizzati, porro fritto, carciofo spadellato, peperoncino, olio e rosmarino. La fetta che ci arriva è bellissima: il cornicione pronunciato “a canotto” è soffice e alveolato. Al primo morso il sapore intenso della zucca pervade il palato insieme a un impasto che si scioglie in bocca dopo pochi secondi.

La fame cresce e con perfetto tempismo arriva la mia vegana: Simone mi rende felice perchè è un vero trionfo di verdure, contrasti di colori e gusti delicati.

Andrea prosegue con un dessert consigliato da Simone: si tratta di una montanarina dolce, preparata con confettura di datterini, scaglie di ricotta cristallizzata e menta e un goloso ripieno di ricotta con scaglie di cioccolato. Simone mi rivela che avrebbe intenzione di provare a veganizzare questo dessert. Speriamo!

Finita la cena Simone ci mostra la sua biga (in foto) e ci spiega il procedimento per realizzarla: un pre-impasto di acqua, farina e lievito idratato al 50% e lasciata maturare due giorni.

Ci portiamo a casa in dono un’ottima pagnotta preparata da Simone, che vedete nella foto, e che abbiamo usato per la nostra colazione farcendo due fette con crema di arachidi e confettura di fichi 100%. Continuiamo a gustare l’impasto di Biga anche a casa in attesa di tornare!

Insomma posso già confidarvi che per me Biga è già sul podio delle nostre pizzerie preferite!

Aggiornamento 5 gennaio 2022

Siamo tornati da Biga con degli amici. Volevo aggiornarvi sulla super vegana di gennaio con vellutata di cavolfiore, bieta spadellata, broccoli dello chef, petali di cavolfiore, cavoletti di bruxelles, porro fresco gratinato, salsa verde al prezzemolo, cialda di riso soffiato e mandorle in tripla cottura.

E poi abbiamo fatto un assaggio delle montanarine e per me è arrivata una montanarina con pomodoro e basilico. Erano anni che non la mangiavo. Aspetta, forse era la prima volta che mangiavo una montanarina.

Una risposta

  1. Grazie mille Rosi…
    grazie per la stima e la fiducia che dimostri nei miei confronti…
    Sappi che e reciproca…
    Inutile dirti a presto tanto sono quasi sicuro di rivederti tra qualche giorno gennaio e la nuova vegana sono alle porte 😉
    Un caloroso saluto… Ciaoo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

ALTRI LOCALI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi