Carciofi alla romana

Ricette·Secondi piatti
Jpeg

Oggi vi porto nel Lazio. Qualche mese fa sono andata a mangiare alla Hostaria Romana Quinto Quarto a Monza, in compagnia delle mie più care amiche. Qui ho avuto l’occasione di assaggiare diversi contorni di verdura e voglio riproporvi i carciofi in questa versione della tradizione romana.
Grazie alle mie origini siciliane, i carciofi sono sempre stati presenti nella mia dieta, è uno dei piatti forti di mia madre. A Pasqua in Sicilia è usanza cuocerli nella brace, ovviamente conditi con aglio, olio, sale e prezzemolo. Se vi trovate in giro per il mercato di Catania, vi consiglio di assaggiarli in uno dei numerosi baracchini che li vendono già pronti al consumo, una vera delizia.

INGREDIENTI

4 Carciofi
50 gr prezzemolo
5 foglie di mentuccia (io avevo la menta)
3 filetti di acciughe
Aglio
Limone
Olio evo
Sale e pepe

PROCEDIMENTO

Mondate i carciofi eliminando le foglie esterne più dure e lasciando 4 cm di gambo. Lasciateli a bagno con acqua e limone se non volete che si anneriscano. Subito dopo fate un trito con aglio, prezzemolo, menta, olio, sale e pepe. Aprite i carciofi e farcite l’interno e le foglie con il trito. Prendete una casseruola, versate olio con un po’ di acqua e uno spicchio d’aglio schiacciato. Appoggiate i carciofi a testa in giù e lasciate stufare per circa 30 minuti, controllandoli e aggiungendo acqua se necessario.

 

ALTRE RICETTE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi