Camminata sul lago d’Orta

Attività fisica·Trekking
Panorama dal Santuario della Madonna del Sasso
da Pella al Santuario della Madonna del Sasso

Eccoci pronti per una nuova camminata, oggi vi portiamo sul lago d’Orta in Piemonte con meta il Santuario della Madonna del Sasso. In questo periodo invernale camminare sul lago ci permette di fare camminate senza incontrare la neve. Purtroppo non sono un’amante del freddo e della neve, anche se la trovo affascinante.

Il lago d’Orta ci sembrava un buon compromesso per una camminata insieme ai nostri amici di Torino, un punto equidistante per entrambi. Considerate che ci vuole appena 1 ora e 10 minuti circa di auto da Milano. Pella è un piccolo paesino bagnato dalle acque del lago. Ha tutta l’apparenza di essere un posto molto frequentato in alta stagione, lo desumiamo dall’ampio parcheggio a pagamento e da un grande punto informazioni, che troviamo chiuso in questo periodo.

Partiamo da Pella e ci dirigiamo verso Centonara iniziando con una piacevole mulattiera pedonale con uno sguardo sempre verso il lago. Anche in questo trekking, come sull’anello dell’Eremo di Santa Caterina del Sasso [link] passiamo per piccoli e caratteristici borghi desolati ma tenuti molto bene e in parte boschi e paesaggi bucolici. Prima di arrivare al Santuario passiamo per Boleto dove si trova il Museo degli Scalpellini, la presenza di questo mestiere la ritroviamo anche nel monumento e nel sentiero vicino al Santuario.

Arriviamo al Santuario della Madonna del Sasso per ora di pranzo, dopo quasi due ore di cammino. Da qui si gode un panorama che abbraccia tutto il lago d’Orta, di fronte di trova Orta San Giulia con la sua isoletta e sulla sinistra la cima del Mottarone. Vi consiglio di entrare a vedere la chiesa perché davvero un piccolo gioiello. Al Santuario si arriva anche comodamente in auto.

Proseguiamo il nostro percorso ad anello seguendo il sentiero degli Scalpellini che scende velocemente, ben segnalato da una staccionata e grandi pietre che lo caratterizzano. Un ultimo sguardo dal basso alla roccia che sorregge il Santuario e gli ultimi 20 minuti camminiamo sulla strada provinciale per fare ritorno a Pella entrando dal cortile della chiesa di San Filiberto. Al nostro rientro troviamo il paese molto animato, un grande via vai di persone e il parcheggio pieno di auto.

Apri la mappa per scoprire gli altri sentieri esplorati e scegliere il più adatto a te.

Noi proseguiamo il nostro pomeriggio dall’altra parte del lago per visitare il Sacro Monte di Orta e le sue 21 cappelle che illustrano la storia di San Francesco d’Assisi. Il percorso devozionale è lungo circa 2 km e si trova immerso nella Riserva speciale del Sacro Monto, un promontorio boschivo che poche ore prima ammiravamo dalla Madonna del Sasso. Da qui scendete a piedi a Orta San Giulio, uno dei borghi più bello d’Italia. Se avete ancora tempo potete prendere il traghetto per andare sull’isola. Oltre che perdervi nelle vie del centro, ammirate Villa Crespi e il suo stile moresco e gustate il pane di San Giulio, preparato solo con frutta secca e disidratata.

Vi lascio foto e sito di riferimento nei dettagli.

InfoRMAzioni utili

CITTA’: Pella, NO
INDIRIZZO: Via Lungo Lago, 35/a, 28010 Pella NO
SITO SANTUARIO: santuariomadonnadelsasso.it
DISTANZA: 10 km
DISLIVELLO: 400 mt

Traccia GPS Wikiloc

SITO SACROMONTE DI ORTA: www.sacrimonti.org/sacro-monte-di-orta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri eventi

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi