Pisarei e fasò

Oggi vi propongo un piatto della tradizione povera contadina, qui rivisitata in assoluta chiave vegana. Pisarei e fasò è una ricetta piacentina. Il nome Pisarei significa biscia, proprio come le lunghe bisce che si formano prima di procedere al taglio dei nostri gnocchetti. I pisarei venivano preparati con il pane raffermo del giorno prima ammollato in acqua, ma per velocizzare io ho tritato il pane vecchio con un buon mixer. Ho utilizzato le farine dell’azienda agricola Tularù, il pane del Regno delle Upupe, la passata di pomodori fatta in casa, i fagioli borlotti freschi dell’azienda agricola Papagni. Ricordatevi che se volete creare un piatto eccezionale, gli ingredienti devono essere di ottima qualità, non accontentatevi mai della prima scatoletta di fagioli.

Questa che vi propongo è la ricetta della Scuola Naturale Lumen, che ha collaborato con il progetto DIANA 5 del dottor Berrino. Potete trovare online molte sane ricette, o acquistare i loro libri tematici*.

INGREDIENTI

PISAREI

150 gr di pane integrale grattugiato

150 gr di farina tipo 2

200 gr circa di acqua calda

SUGO

150 gr di passata di pomodoro

200 gr di borlotti freschi o 100 gr secchi ammollati per 1 notte e cotti

1 cipolla piccola dorate tritate

1 carota a dadini piccoli

1 costa di sedano a cubetti

1 foglia di alloro

qb di sale marino fino integrale

qb di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

PER I PISAREI
Amalgama insieme gli ingredienti fino ad ottenere un impasto abbastanza asciutto e lascialo riposare avvolto nella pellicola trasparente per circa un’ora. Crea delle poi degli gnocchetti della grandezza di un fagiolo e schiacciali con il pollice; da qui il nome in dialetto Pisarei.

PER IL SUGO
Soffriggi nell’olio sedano, carota, cipolla e alloro. Dopo 10 minuti aggiungi i fagioli e lasciali soffriggere per 10 minuti aggiungendo poco brodo o acqua. Aggiungi il pomodoro e continua la cottura per almeno 30 minuti girando ogni tanto. Sala solo alla fine per non sfaldare i legumi. Se i vostri fagioli sono già cotti lasciate andare il sugo per mezzo e aggiungeteli solo alla fine continuando la cottura per 10 minuti.

Cuoci i pisarei e saltali con il sugo di borlotti mantenendo una consistenza leggermente morbida.
Servi ben caldo.

* Giacomo Pisanu e Milena Simeoni, “Primi per Natura”, 2015, Lumen edizioni.

Rosy

Rosy

Bella e brava
Rosy

Latest posts by Rosy (see all)