Il Sentiero del Viandante

Non c’è niente di meglio di una bellissima camminata in mezzo alla natura quando ti assale quella voglia di cammino! Soprattutto se a questa si aggiunge la necessità di staccare la testa dai propri pensieri. Abbiamo così scelto di recarci aull’Orrido di Bellano e passeggiare in un tratto panoramico del Sentiero del Viandante

Io e Andrea amiamo unire il piacere della camminata alla scoperta di luoghi sempre nuovi, visite di monumenti o siti di interesse storico, culturale o naturalistico.

Da questo punto di vista il nostro è il Paese perfetto per la ricchezza del suo patrimonio!

L’Orrido di Bellano si trova sul lago di Como ed è una gola naturalmente scavata dall’acqua del fiume Pioverna. Il sito è percorribile grazie a passerelle sospese e fissate nella roccia. Lo spettacolare anche se breve percorso affascina per le sue cascate, l’impervia roccia e la sua vegetazione lussureggiante. Sembra quasi di essere finiti in una fiaba! L’ingresso costa 4 euro ed è percorribile da tutti.

Al termine della visita chiedo informazioni per il Sentiero del viandante al ragazzo all’ingresso dell’orrido che si rivela molto preparato e ci incamminiamo.

Il Sentiero del Viandante è un’antica strada di passaggio dalla Svizzera a Milano, attrezzato dal 1989 e percorribile per 45 km da Abbadia Lariana (LC) a Piantedo (SO). Noi abbiamo scelto un tratto molto semplice e forse il più suggestivo che racchiude peculiarità geologiche e botaniche e alcuni punti di interesse culturale.

Superiamo in ordine la chiesa di San Rocco, deviamo per la chiesetta di Sant’Andrea, superiamo i resti della funicolare di Regoledo e godiamo degli splendidi scorci panoramici sul lago con vista su Bellagio.

Dopo aver percorso il sentiero in un sali e scendi con dislivello di circa 500 metri, arriviamo al Castello di Vezio.

Il Castello di Vezio ha delle belle mura con una torre da cui godere di una vista sul territorio a 360 gradi. Qui vengono ospitate anche opere di artisti del posto, in questo caso statue di legno e inquietanti statue senza volto di cartongesso (come potete vedere dalla foto).

Il nostro percorso si conclude con un breve tour nel cuore del caratteristico borgo di Varenna e mentre la pioggia comincia a cadere percorriamo la passerella costruita sul lago che ci porta fino alla stazione ferroviaria da dove prendiamo il treno per tornare a Bellano.

Rosy

Rosy

Bella e brava
Rosy

Latest posts by Rosy (see all)